SAN GIOVANNI

Nella storia di Montemarano vi è un periodo molto significativo, tra il 1000 e il 1100, in cui in questo antico centro dell’Alta Irpinia, allora solo un piccolo borgo rurale,si registrò una sorprendente vitalità religiosa, davvero straordinaria per quei tempi bui e calamitosi.

Tale vitalità, destinata a segnare fortemente i secoli successivi, si deve all’apostolato di un grande vescovo, GIOVANNI da MONTEMARANO.
San Giovanni

Nacque certamente a Montemarano, ma i fogli della “LEGENDA” che parlavano della nascita, della fanciullezza e della gioventù di Giovanni non sono giunti fino a noi perché distrutti da un incendio della cattedrale intorno all’anno 1500.
A Montemarano svolse la sua opera di sacerdote e tutti, clero e popolo, ebbero modo di conoscere bene il loro concittadino e, quando la sede vescovile restò vacante, decisero all’unanimità di inviare i cittadini piu’ ragguardevoli della città dal Papa Gregorio VII, in esilio a Salerno, affinché questi nominasse Giovanni vescovo di Montemarano.
Il Papa, assunte dai suoi collaboratori le debite informazioni sulla vita di Giovanni e verificato che questi possedeva le doti richieste per essere il vescovo della sua città, lo nominò Pastore della diocesi di Montemarano. ”Incline alla preghiera si rivela altrettanto attento e puntuale nelle opere concrete. Nello stesso tempo si pone a difesa delle popolazioni arroccatesi intorno al castello del feudatario e in cerca di protezione. Formidabile lavoratore, Giovanni si rimbocca le maniche e fa capire alla gente che, per campare, non basta solo la preghiera, ma occorre dissodare i campi, costruire staccionate.
Per questo lo troviamo, e frammenti di pergamene scampate a incendi e al marasma delle pestilenze lo lasciano intendere chiaramente, impegnato nella cura e nella bonifica dei terreni incolti per farli fruttificare. In compagnia del pio e fedele segretario Eustacchio passa giornate intere nei contadi dal Saraceno a Chianzano. Seleziona le zone idonee alla coltivazione e mostra il fiuto di agronomo nell’avviare tale opera, guarda caso proprio dalle terre del Baiardo, una balza fertile al di sopra del fiume Calore, ancora oggi, a secoli di distanza, produttrice del miglior vino del paese e dei dintorni”.
(da “Il Ciliegio di Montemarano” di Aldo de Francesco).

Proprio qui, nell’attuale contrada Baiardo operò uno dei suoi miracoli per alleviare con un sorso di buon vino la dura fatica di chi allora dissodava la terra.

> Scarica la poesia "a festa e Sangiuanno"


Nasce così la figura carismatica di Giovanni, elevato dopo secoli agli onori degli altari con la conferma del culto immemorabile, decretata da Sua Santità Pio X,il 2 marzo 1906.
Un grande e santo Papa, Gregorio VII, nominò il nostro Giovanni vescovo di Montemarano, un grande e santo Papa, Pio X, ne ha riconosciuto la santità.
Montemarano è orgogliosa e fiera di una testimonianza di religiosità e di apostolato così intensa, che anticipa di secoli temi e problematiche della nostra contemporaneità.
Questo l’invito di Don Edoardo Bocchino a noi Montemaranesi:

“Amare ed invocare SAN GIOVANNI è la parola d’ordine per tutti i Montemaranesi sparsi su tutta la faccia della terra.
Se vi domanderanno: - Qual è la storia di Montemarano?
Rispondete con slancio: - La vita di Giovanni

Se vi domanderanno: - Qual è la gloria di Montemarano?
Rispondete con santo orgoglio: - L’amore di San Giovanni

Se vi domanderanno: - Qual è la più preziosa eredità dei Montemaranesi?
Rispondete con profonda devozione: - Le venerate ossa di San Giovanni

Se vi domanderanno: - Quale sarà ancora la durata di Montemarano?
Rispondete con convinta certezza: - Montemarano durerà finche’ durerà la protezione di San Giovanni”
(da “Montemarano e San Giovanni suo” di Don Edoardo Bocchino)

L’auspicio è che il popolo di Montemarano lungo il filo della memoria sappia appropriarsi del messaggio e dell’azione di figure di riferimento di spessore religioso e culturale qual è il suo grande San Giovanni.

Associazione etno-culturale  proMONTEMARANO  -  e-mail: info@promontemarano.it  -  web-design: www.giannicapone.com